Area Giuridica

La psicologia giuridica si occupa di tutte le situazioni di interazione tra psicologia e diritto che insorgono nei contesti e nelle prassi giudiziarie. Essa racchiude quindi un insieme composito di tipologie di attività psicologiche, le quali sono svolte secondo le modalità e le finalità definite dalla relativa cornice giuridica di applicazione. Dal tribunale al carcere, dalle norme giuridiche ai procedimenti giudiziari, dal reo alla vittima, dalle parti in causa agli attori del processo, le conoscenze e le metodiche psicologiche entrano nello sfaccettato mondo del diritto per offrire il proprio contributo tecnico-scientifico necessario per rispondere ad una richiesta dai contorni giuridicamente connotati.

Presso il Centro MeTAForE potete trovare un’équipe di professionisti esperti tra i vari settori della psicologia giuridica, dall’ambito della psicologia forense a quello della psicologia penitenziaria. Ci occupiamo insieme ad Aleteia di prevenzione ed interventi di tutela e cura di minori, interventi in contesti caratterizzati da comportamenti devianti e criminali. Svolgiamo attività di FORMAZIONE, SUPERVISIONE E SOSTEGNO PSICOLOGICO agli operatori e professionisti che operano nell’ambito della giustizia, tenendo sempre a mente che quando si opera in questi contesti non si può prescindere da un lavoro di équipe multidisciplinare che tenga insieme i “saperi” e le competenze dei possibili altri ambiti, a volte quello sociale, sanitario, educativo-scolastico.

Vediamo più nel dettaglio di cosa si occupa lo psicologo forense e quando potreste averne bisogno

PSICOLOGIA FORENSE: COS’È E QUALE UTILITÀ?

Lo psicologo forense è il professionista che applica la propria conoscenza scientifica psicologica all’interno delle pratiche giuridiche, in tutti quei casi in cui l’indagine dei fattori psicologici risulta necessaria, rilevante e/o dirimente ai fini della valutazione e della decisione giudiziaria.

Diversamente dal contesto clinico, nell’ambito forense la prestazione dello psicologo non ha una finalità terapeutica ed è guidata dal mandato giuridicamente stabilito, fondato sulle norme del diritto, che indirizzano verso gli accertamenti psicologici pertinenti e utili allo specifico tipo di azione legale da perseguire e soddisfare.

I nostri professionisti esperti in psicologia forense possono quindi intervenire nelle disparate circostanze giuridiche che richiedono un approfondimento psicologico dello stato psichico di una persona in rapporto ad un atto giuridico, a comportamenti o dinamiche interpersonali giuridicamente rilevanti. Attraverso l’incarico di Consulenza Tecnica di Parte o di Parere Pro Veritate, i nostri consulenti prestano la propria competenza psicologica per fornire ai committenti una valutazione dettagliata e completa relativa al quesito posto dal giudice, tramite il suo CTU (Consulente Tecnico d’Ufficio), o dall’incarico conferitogli dall’avvocato. In questo modo, essi garantiscono al proprio assistito un’opera di vigilanza tecnica all’interno del procedimento giudiziario in corso o da intraprendere.

Nello specifico, i nostri consulenti intervengono nei contesti del diritto:

  • Civile, come i procedimenti di affidamento dei minori in caso di separazione/divorzio o di adozione e affidamento temporanei attraverso la valutazione delle competenze genitoriali; la valutazione e quantificazione del danno biologico di natura psichica; i provvedimenti di interdizione/inabilitazione o amministrazione di sostegno; la valutazione della capacità naturale e di presa di decisioni; l’idoneità alla guida, al porto d’armi o a mansioni lavorative specifiche;
  • Penale, relativi alla valutazione della capacità di intendere e volere, della capacità a rendere testimonianza o della condizione psicofisica compromessa o lesionata per comportamenti illeciti subìti da terzi.

In questi contesti, i professionisti del Centro MeTAForE svolgono altresì valutazioni psico-diagnostiche tramite l’ausilio di test specifici e adeguati.

LO PSICOLOGO NELLA GIUSTIZIA RIPARATIVA: QUALI INTERVENTI?

I nostri professionisti, esperti nei contesti penitenziari, e formatisi alla luce delle recenti teorie e modelli applicativi sulla Giustizia Riparativa, collaborano con gli Istituti Penitenziari, con gli UIEPE (Ufficio interdistrettuale esecuzione penale esterna), USSM (Ufficio Servizio Sociale Minorenni) e CGM (Centro Giustizia Minorile), svolgendo le seguenti attività psicologiche:

  • Percorsi di sostegno psicologico e psicoterapico rivolte a persone sottoposte ad una pena in riferimento all’Ordinamento Penitenziario (legge n. 354/1975) sia presso l’Istituto Penitenziario dove la persona è ospite sia presso la sede di Aleteia oppure online per le persone in misura alternativa
  • Percorsi individuali e di gruppo di responsabilizzazione rivolti a persone indagate, imputate e condannate

Gli approcci teorici e metodologici di riferimento, rispetto ai percorsi succitati, afferiscono alla teoria sistemico-relazionale integrata con la terapia narrativa, quella di gruppo, con i contribuiti sull’attaccamento e gli sviluppi più recenti sulle teorie e terapie trauma focus.

Il Centro Metafore laddove è richiesto collabora a percorsi integrati con tutti gli stakeholder pubblici (UEPE, USSM, CGM, IIPP, Servizi Sociali, SERD, SMA, ecc.) e con le associazioni che svolgono funzioni di servizi specialistici (ad esempio, CAV, CAM), coinvolte nel progetto individualizzato della persona che effettua il percorso.

Inoltre, all’interno di questo ambito giuridico, il Centro Metafore può altresì attuare interventi di formazione, supervisione e sostegno psicologico al personale dell’Amministrazione Penitenziaria, UEPE, USSM e CGM.

Nell’ambito della Giustizia Riparativa, il Centro Metafore collabora con l’Associazione Aleteia, rispetto ai propri ambiti di competenza, alla realizzazione di progetti di prevenzione primaria, secondaria e terziaria nei diversi contesti territoriali.

Contattaci

Chiedi un appuntamento